Consigli pratici #2 – sopravvivere al rientro dalle ferie

Ho scelto di rientrare al lavoro di martedì, per evitare di sommare lo shock da rientro dalle ferie allo scoglio del lunedì. Non che sia andata meglio eh, ma il pensiero che domani sia già mercoledì un pochiiiino aiuta. E quindi, da dove vogliamo partire? Ma dall’ingresso, ovviamente!

La prima cosa che vedete della vostra casa al ritorno dalle spiagge assolate o dalle rigeneranti montagne è il vostro ingresso, che magari vi appare un po’ spento… ora che avete negli occhi la bellezza dei luoghi che avete visitato forse potete vederlo meglio, un po’ triste, sciupato, trascurato…. poco accogliente.

Ecco dieci modi veloci veloci ma super efficaci per dare nuova verve a questo spazio così importante, per farvi passare l’ansia da fine-ferie o semplicemente per rendervi felici di rientrare a casa dalla passeggiata con il cane o dalla spesa.

  1. Fiori freschi

Aggiungere un bel mazzo di fiori freschi o anche solo dei rami verdi darà immediatamente una “botta di vita”

P.S. se il fiorista è ancora chiuso, potete sempre prenderli in prestito dal giardino del vostro vicino in ferie. Lo aiuterete con la potatura e ve ne sarà grato

  1. Una galleria di immagini

Basta appendere una serie di cornici per personalizzare e rendere unico un ambiente: potete appendere i ritratti dei vostri cari, immagini di bei momenti passati in famiglia, le fotografie dei posti più belli che avete visitato durante le vacanze, o quelli che vi fanno sognare di partire. Ci sono svariate possibilità a seconda dello stile della vostra casa e dei vostri gusti: potete scegliere cornici tutte uguali disposte ordinatamente sul muro oppure creare un collage mixando forme e dimensioni mantenendo il colore o il soggetto come elemento unificatore o ancora potete disporle su mensole o poggiarle a terra.

  1. Spazio extra

Lo spazio in casa non basta mai. L’ingresso è uno di quei punti critici che rischia di essere sempre in disordine: scarpe abbandonate, la posta sparsa su un mobile, chiavi di casa che poi non si trovano mai, occhiali da sole e oggetti abbandonati un po’ dove capita. Ecco venire in soccorso quel vecchio baule che avete in garage, una spolverata, un nuovo colore ed ecco pronto un comodo spazio extra per fare ordine. Andranno bene anche ceste e cestini, scatole di cartone o di latta, vecchi cassetti per un look brocante.

  1. Zerbino sì, ma con classe

Prima di entrare in casa è buona regola pulirsi i piedi. Togliersi le scarpe sarebbe meglio ma comunque una passatina sullo zerbino la vogliamo dare?

  1. Appenderia

Aggiungete ganci classici, un fantastico peg-rail (che fa subito scandi-style), mensole e pomelli vari, ma non può mancare uno spazio per appendere borse e cappelli, che oltre alla funzione pratica può diventare estremamente decorativo, se agghindato nel modo giusto. Tanto le giacche e le borse li non le appenderà mai nessuno, più comodo lanciarle sulla prima sedia che gli capita…

  1. E il pavimento?

Parola d’ordine: passatoia! Meglio se di materiale facile da pulire, ma che sia intonata al mood della casa, ovviamente. Se siete in vena di un intervento più massiccio, l’ingresso può tranquillamente ospitare un pavimento differente rispetto al resto della casa: marmo, linoleum, resina colorata saranno perfette per resistenza e facilità nella pulizia. Il mio preferito? Pavimento a scacchiera!

  1. Collezionare che passione

Per chi ha una passione, non esiste posto migliore dell’ingresso per creare un display degli oggetti del cuore: entrando non potrete fare a meno di sorridere, posando gli occhi su qualcosa che amate, e chi vi viene a trovare potrà capire meglio che tipi siete.

  1. Osare con il colore

Questa stanza è quella in cui si rimane per meno tempo in assoluto, è uno spazio fruito da tutti ma fondamentalmente solo di passaggio: pertanto è perfetto per sperimentare il colore: una parete a tinta forte, a righe o con carta da parati, serviranno per ottenere un effetto wow! ma senza rischiare di stancarsi troppo presto

  1. E luce fu!

Rientrare tardi, inciampare nel tappeto, sbattere contro lo stipite della porta cercando a tentoni l’interruttore della luce con millemila pacchi in mano. Per evitare spiacevoli inconvenienti, è possibile installare una luce dotata di un sensore: si accenderà automaticamente aprendo la porta o al vostro ingresso.

Per i più tecnologici, esistono lampade “intelligenti” in grado di percepire il vostro arrivo a casa tramite il vostro smartphone, e di accendersi di conseguenza seguendo uno scenario predefinito.

  1. Qualcosa di insolito

Uscite dagli schemi: a seconda delle dimensioni e forma del vostro ingresso sbizzarrite la fantasia e metteteci un oggetto che non serve a niente, o che nell’immaginario comune non dovrebbe stare qui. Vi sentirete subito meglio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *