Ispirazione dalla campagna svedese

Qualche giorno fa su uno dei miei blog preferiti ho letto l’intervista a Linnéa Rolfsson, proprietaria di una bellissima casa situata nella campagna svedese e ho deciso di condividere con voi le immagini perché offrono moltissimi spunti facili da realizzare e low-cost per dare alle nostre case un tocco di personalità, per evitare l’effetto “catalogo” o di cadere nel banale. Se volete leggere l’intervista completa la trovate qui (è in inglese ma la formula domanda e risposta la rende fruibilissima)

Tutte le case del nord Europa sono provviste di grandi finestre da cui far entrare la luce naturale, che scarseggia per gran parte dell’anno, e questa qui non fa eccezione. Sono lasciate volutamente senza tende, il serramento candido fa da cornice al bosco circostante e la luce che filtra è pura e perfetta, dando al living una sensazione eterea amplificata dal bianco delle pareti e dai pavimenti chiari. Non mancano i fiori freschi, la catena di lucine alla parete e la galleria di immagini sul muro, che va a compensare il vuoto della finestra. Uno studiato mix and match per le sedie salva dalla banalità: è facile riprodurre questo effetto cercando di abbinare pezzi di design con ritrovamenti da mercatino dell’usato e pezzi Ikea, magari rivisitati.

In cucina, i pensili sono sostituiti da una String pocket, ma l’effetto è facilmente replicabile usando mensole in tono con la parete (ad esempio le Lack di Ikea, con staffe a scomparsa, oppure le Ekby con reggimensola Ekby Valter, in perfetto stile scandi). L’idea da copiare in questo ambiente è la piastrella con fuga nera, effetto quaderno a quadretti. E’ possibile avere lo stesso effetto applicando una carta adesiva da muro, idonea anche per la zona dei fornelli, la trovate in vari store online ma il mio preferito è decochic (questa è bellissima).

La grande playroom ospita una tenda indiana, quale bambino non farebbe carte false per nascondersi da occhi indiscreti e far partire indisturbato l’immaginazione? Di questa stanza vi faccio notare due cose: i libri disposti in ordine di colore sugli scaffali, una soluzione che crea immediatamente ordine e armonia, e la bellezza degli elementi floreali: io adoro la pianta con le foglie porpora alla finestra! Qualcuno sa dirmi come si chiama?

Per finire, la cameretta dei bambini è un vero esercizio di styling, è giocosa e allegra ma allo stesso tempo ha linee pulite e ordinate; con i contenitori e le ceste (tutto di Ikea) è facile anche per i più piccoli tenere tutto in ordine.

I dettagli da copiare? La parete dipinta a mezza altezza (vi avevo già detto quanto mi piacciono vero??) che ingloba mensole e cassettiera ridipinte con lo stesso colore, un trucco che allarga visivamente gli spazi creando immediatamente armonia; le mensole DIY realizzate con una tavola di pino grezzo e delle corde; infine il peg-rail ad altezza bambino, dove appendere i peluches e gli accessori preferiti. Devo assolutamente convincere il mio papino a costruirmene uno per la zona del sottoscala, dove appendiamo borse e cappotti.

Godetevi le immagini!

Credits: my scandinavian home

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *